full screen background image
Search
Saturday 21 September 2019
  • :
  • :

L’IBIS , il vaporetto del 1955 ancora oggi al servizio dei cittadini.

L’IBIS , il vaporetto del 1955 ancora oggi al servizio dei cittadini.

I vaporetti, dapprima costruiti con scafo in legno, quindi in ferro, trasportavano gli operai verso il Regio Arsenale Militare Marittimo, partendo dalle varie borgate del golfo. Occorre tener presente che quando si contavano circa settemila dipendenti nelle varie unità operative degli stabilimenti militari, oltre duemila provenivano dalle estremità del golfo e il loro trasporto comportava un notevole sforzo organizzativo.
Nel 1953, di fronte ad una situazione economica da parte delle aziende private Società Linee del Golfo e Cooperativa Esperia, la FITRAM (Filovie Tranvie e Autolinee Municipali), azienda di proprietà del Comune della Spezia che aveva anche la rete tranviaria urbana e la successiva filovia, avanzò richiesta di un contributo da parte dello Stato per l’acquisto di unità navali da dedicare ad un servizio regolare, che avrebbe avuto inizio nel 1955. Furono dunque ordinati al cantiere INMA quattro motoscafi con scafo metallico, dalla capacità di 100 passeggeri ciascuno, che entrarono in servizio fra il 1955 (M/S Alcione, M/S Ibis) ed il 1956 (M/S Cigno, M/S Gabbiano). l’Ibis fù venduto nel 1986 ad un gruppo di sommozzatori locale.
Oggi l’IBIS è l’unica Unità della sua classe ancora in attività, conservando tutto il fascino del vaporetto del 1955. Oggi appartenente all’Associazione di Volontariato “LIFE ON THE SEA” opera nel bacino ligure a favore delle persone con disabilità, promuovendo attività natatorie e subacquee. Inoltre la M/N IBIS è l’unica Unità Navale civile che opera in mare al servizio della Protezione Civile (Vds. Gli interventi durante l’alluvione dell’Ottobre 2011 a Monterosso a Mare e Vernazze).
Battezzata la REGINA DEL GOLFO per le attività svolte, continua nella sua opera di ammodernamento, per rendersi sempre più fruibile in favore dei nostri amici disabili.